Simone CORSI. Pilota MOTO GP 2 delle Fiamme Oro Polizia di Stato

 

Simone Corsi è nato a Roma il 24 aprile 1987. Cresciuto nella periferia sud della Capitale, tifoso della Roma e appassionato di moto sin dall’infanzia ha preso dal padre, Stefano, ex pilota di cross, la passione del motore ed a soli quattro anni il piccolo Corsi debutta su una minimoto.

L’anno successivo corre la sua prima gara e arriva terzo, da allora non si è più fermato: dal 1993 al 2000 è sempre sul podio del campionato italiano. Una scuola, quella delle minimoto, già frequentata da colleghi illustri, quali Rossi e Melandri.

Il debutto su moto Grand Prix risale all’ottobre 2001 a Misano, dove è 10° nel campionato italiano.

Nel 2002 si è classificato 6º nella prova di campionato italiano a Imola e 1° nel Trofeo Honda GP a Magione; nello stesso anno si classifica 3° nel campionato italiano velocità classe 125 e ottiene il suo miglior risultato aggiudicandosi il Trofeo Honda GP 125, tagliando per primo il traguardo in quattro gare su cinque. Nello stesso anno esordisce nel Motomondiale nella Classe 125, correndo il Gran Premio casalingo in qualità di wild card, a bordo di una Honda, senza ottenere punti.

Nel 2003 a soli 15 anni diventa pilota titolare con il Team Scot, in coppia con Andrea Dovizioso, ottenendo come miglior risultato due noni posti (Germania e Portogallo) e piazzandosi 19° in classifica generale con 32 punti. In questa stagione è costretto a saltare i GP di Malesia e Australia per infortunio.

Nel 2004 riesce a conquistare un 3º posto sulla difficile pista di Motegi in Giappone e a terminare la stagione al 13º posto con 61 punti.

Nel 2005 passa alla classe 250 con l'Aprilia RSV 250 del team MS Aprilia Italia Corse, con compagno di squadra Alex De Angelis, ottenendo come miglior risultato un quinto posto in Catalogna e terminando la stagione 14° con 59 punti.

L'anno successivo torna alla classe minore, capendo di avere ancora molte cose da imparare. Guida per la Gilera, ottenendo come miglior risultato due quarti posti (Turchia e Olanda) e terminando la stagione 12° con 79 punti. In questa stagione è costretto a saltare i GP di Australia e Giappone per infortunio.

Nel 2007 passa al team dell'Aprilia Skilled Racing, con compagno di squadra Federico Sandi, ottenendo la sua prima vittoria in Turchia, oltre a un terzo posto in Italia; termina la stagione al 6º posto con 168 punti.

Nel 2008 porta in pista i colori del Team Jack Jones WRB guidato tecnicamente da Italo Fontana; il compagno di squadra è Nicolás Terol. Ottiene quattro vittorie (Spagna, Portogallo, Italia e Comunità Valenciana), tre terzi posti (Olanda, San Marino e Malesia), tre pole position (Portogallo, Gran Bretagna e Olanda) e si piazza al secondo posto finale nella classifica iridata con 225 punti alle spalle del campione francese Mike Di Meglio. Corsi si fa notare soprattutto per un'eccellente guida sul bagnato, infatti spesso, in questa tipologia di gare, ha ottenuto risultati importanti, tra cui altri 2 podi in 125.

Nel 2009, dopo una serie di risultati deludenti lascia il team "Jack & Jones", dove faceva coppia con Nicolas Terol, a metà stagione circa, lamentandosi con la scuderia che secondo lui non gli forniva gli sviluppi necessari ad ottenere buoni risultati (effettivamente il suo compagno era dieci volte più veloce di lui)[senza fonte] e si accasa al team privato gestito da Italo Fontana, con compagno di squadra Lorenzo Savadori. I risultati iniziano finalmente ad arrivare ed i podi a Donington (secondo) e ad Indianapolis (terzo) confermano il suo ritorno fra i piloti migliori, dopo tante difficoltà. Tuttavia, la disastrosa prima metà di campionato non gli consente di andare oltre l'undicesimo posto in classifica generale a quota 81 punti.

Nel 2010 passa alla Moto2 con una MotoBi TSR 6 del team JiR Moto2, il compagno di squadra è Mattia Pasini.[1] Ottiene due terzi posti (Francia e Italia) e termina la stagione al 5º posto con 138 punti.

Nel 2011 rimane in Moto2, questa volta con una FTR del team Ioda Racing Project, gestito da Giampiero Sacchi. A completare la formazione del team ci sarà l'altro italiano Mattia Pasini. Ottiene due terzi posti (Spagna e Aragona) e termina la stagione al 6º posto con 127 punti.

Nel 2012 rimane nello stesso team, questa volta senza un compagno di squadra. Ottiene una pole position in Aragona e tre quinti posti (Catalogna, Gran Bretagna e Repubblica Ceca) come miglior risultato in gara; conclude la stagione all'11° posto con 87 punti.

Nel 2013 passa al team NGM Mobile Racing alla guida di una Speed Up SF13.

http://www.poliziadistato.it/articolo/28438/

 

 

 

    

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Login